Lettori – A Borgo Pineto un impianto fognario nel centro abitato

Lettori – A Borgo Pineto un impianto fognario nel centro abitato

2-Aprile-2013| 14:30

borgo-pineto.jpg“Salve, sono una cittadina di Borgo Pineto, un delizioso centro residenziale alle porte di Sacrofano, sulla via Valle Muricana, vicinissimo a Roma. Pochi km lo dividono dal centro, i residenti sono persone molto gentili e disponibili.” Così scrive una nostra lettrice da quel piccolo borgo immerso nella campagna romana “come una mela tonda, diviso in due dalla strada Provinciale”. Sacrofano infatti ha la maggior parte del suo territorio all’interno del Parco di Veio. Arrivando da Roma a Borgo Pineto, a destra non è Parco, a sinistra sì.

“Qualcuno – scrive la lettrice – ha deciso che il Borgo sia come una mela spaccata dalla strada, una mela al centro del Parco di Veio dove dalla parte deperimetrata è zona ad alta edificabilità, dall’altra parte no. Una strada divide la vita degli abitanti e le loro possibilità: alcuni possono fare ciò che vogliono, gli altri hanno la vita complicata, anche realizzare una palizzata di legno diventa un’impresa ardua.”

E i disagi del vivere nel Borgo non mancano. E’ sempre la nostra lettrice a elencarli: “acqua corrente inquinata da arsenico; tubature acqua in eternit; rottura frequente delle tubazioni con conseguente mancanza di acqua nelle abitazioni anche per mesi; abitanti obbligati a rifornirsi di acqua come possono, alle fontane pubbliche o tramite pozzi privati; mancanza frequente di elettricità anche per circa 30 ore”.

“Ma la cosa più terribile – incalza la nostra “corrispondente” locale – è un impianto fognario privato che serve un centro residenziale e varie altre abitazioni, che si trova al centro del Borgo, di fianco al capolinea dell’autobus. Non solo è maleodorante e ogni tanto vi ho visto uscire liquido, ma è anche rumoroso. Ho fatto presente con una lettera la cosa, sia al sindaco che alla asl chiedendo di installare almeno dei pannelli anti rumore; in seguito ho informato i carabinieri, sono passati mesi ma nessuno mi ha risposto”.

E nell’era del web, quale miglior modo per documentare ciò che non va?
“Ho realizzato un sito che fa ben vedere lo stato di questo impianto fognario” conclude la nostra lettrice invitando a cliccare qui: www.borgopinetosacrofano.it

News